Label: Schole / 1631 Recordings | Anno: 2018 | Genere: Modern Classical

Delicato e malinconico. Questo è Memory Sketches, disco di esordio di Tim Linghaus.

32 intensi minuti di lievi melodie di piano, field recordings e suoni ovattati, in chiave lo fi.

16 poesie minimali che cullano l’ascoltatore, portandolo a vivere la sonorizzazione di altrettanti ricordi di Tim. Chiari in questo termine i titoli dei singoli brani, che aiutano subito a comprendere il ricorso che viene di volta in volta evocato.

Un disco molto bello e molto intimo per rilassarsi ed immergersi in questo pozzo pieno di ricordi. Consigliato.

Brani in evidenza:  Into The Darker Architecture Of Yours, Drive me somewhere nice, Me In Your Rear-View Mirror (Boys Don’t Cry)

Voto al Disco

GiampaoloM

Ascolto Musica, vado a Concerti, Scatto foto. Vivo a Roma.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.